Un controllo dei Carabinieri della Stazione di Borgo Carillia, insieme al personale tecnico del Nucleo Guardie Ambientali Accademia Kronos – Sezione Provinciale di Salerno, ha consentito di accertare che un imprenditore titolare di un allevamento di suini da tempo smaltiva illecitamente i reflui prodotti dagli animali (al momento dell’accertamento oltre 100 suini di varie fasce di età) direttamente e senza alcun trattamento depurativo nel torrente Alimenta, affluente del fiume Sele (Riserva Foce Sele Tanagro e Monti Eremita).

Il controllo, grazie all’ausilio di appositi coloranti (fluoresceina), ha consentito di accertare che attraverso una fitta rete di tombini e tubazioni interrate i reflui, dopo aver attraversato alcune vasche, venivano da tempo illecitamente smaltiti nel torrente a diverse centinaia di metri di distanza con conseguente grave danno ambientale dell’area protetta.

Oltre al sequestro della rete di pozzetti, tubazioni e vasche, è stato sequestrato anche uno scavo non impermeabilizzato, realizzato per smaltire illecitamente le deiezioni solide.

Durante i controlli è stato richiesto un accertamento in loco da parte del personale dell’ASL per appurare se le modalità di allevamento e detenzione dei suini fossero in linea con quanto previsto dalle vigenti normative in materia di benessere degli animali. Al termine delle operazioni l’imprenditore è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per numerose violazioni alla vigente normativa ambientale. 

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*