Realizzare due gallerie naturali per garantire la percorribilità in sicurezza di un’arteria strategica per la viabilità. Si intensifica l’impegno del Dipartimento regionale Infrastrutture per risolvere una serie di problematiche che interessano alcuni tratti della Statale 18 “Tirrena Inferiore” nel territorio di Maratea. Per una valutazione del progetto presentato da Anas e per arrivare quanto prima alla cantierizzazione si è tenuto un incontro di verifica tecnica, presieduto dall’assessore regionale al ramo, Donatella Merra, alla presenza del sindaco di Maratea, Daniele Stoppelli.

Nel corso della riunione, alla quale hanno partecipato anche dirigenti e funzionari di Anas e del Dipartimento regionale, ci si è soffermati con grande attenzione sui lavori di costruzione di tratti in variante in galleria della SS 18 “Tirrena Inferiore” in località Acquafredda a Maratea, per l’eliminazione del pericolo di caduta massi dal km 220+953 al km 223.

L’assessore regionale alla Infrastrutture, Merra ha spiegato che “il progetto esecutivo in appalto prevede sia opere di difesa attiva (disgaggio di materiale instabile, riprofilatura dei versanti, consolidamento di blocchi, rafforzamenti corticali), che di difesa passiva (berme di arresto dei blocchi, valli di intrappolamento, rilevati paramassi, reti e barriere paramassi, gallerie paramassi). La vera grande strategia di superamento sia delle difficoltà di transito che del pericolo di caduta massi consiste nella realizzazione di due tratti in variante attraverso lo scavo di due gallerie naturali. È chiaro che tali opere, che avranno una durata di circa tre anni a partire dalla prossima primavera saranno per la comunità di grande impatto”. Particolare attenzione, nel corso dell’incontro, anche al cronoprogramma dei lavori e all’organizzazione del cantiere.

Nel primo anno – ha specificato l’assessore – è prevista un’interruzione del transito di circa tre mesi, che non interesserà in alcun modo i periodi di maggiore fruizione della costa, ovvero da giugno a settembre. In ogni caso, anche nei mesi di interruzione del traffico per via dei lavori sarà sempre garantito il transito dei mezzi di soccorso, scolastici o delle forze dell’ordine. Saranno realizzate opere di alto livello ingegneristico, che costituiranno una grande opportunità. La Regione Basilicata investirà 27 milioni euro su un totale di circa 47 milioni di euro, che è l’importo complessivo di un’imponente opera la cui cantierizzazione rappresenterà un fiore all’occhiello nel sistema dell’ingegneria e delle opere pubbliche per i prossimi tre anni. Il sindaco di Maratea ha voluto approfondire nel merito i tempi, i modi e l’organizzazione del cantiere ed ha dato la sua disponibilità alla presentazione alla comunità dei lavori in partenza, in un evento pubblico che si terrà prima di Pasqua”.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*