“Le indagini sui piloni del viadotto che hanno ceduto causando la chiusura dell’asse viario e hanno evidenziato che le fondazioni degli stessi sono sopra terra e non ancorate alla roccia, da qui il verificarsi dello scivolamento”  così l’assessore provinciale ai lavori pubblici Attilio Pierro commenta sul quotidiano La Città di Salerno la chiusura della strada Cilentana, nel tratto tra Agropoli sud e Prignano Cilento. L’assessore prosegue sottolineando che “la situazione interessa tutti i piloni del viadotto non solo quelli che hanno ceduto: per questo stiamo provvedendo alla predisposizione di una paratia a sostegno dell’intero viadotto per evitarne il completo cedimento”.

Come si legge nella testata salernitana, i piloni, non avendo alcuna presa sulla roccia, che si trova a 10 metri di profondità, potrebbero cedere insieme agli altri, come una sorta di domino. Questo potrebbe comportare di dover rifare l’intero viadotto con tempi di intervento che diventerebbero davvero lunghi. Sul problema Cilentana è tornata anche l’onorevole Sabrina Capozzolo che ha sottoscritto l’interrogazione presentata nei giorni scorsi alla Camera dal Movimento 5 Stelle. Nel documento viene chiesto al Ministero delle Infrastrutture di ristabilire una viabilità sicura in particolar modo sulla Statale 18 Tirrena Inferiore. Pd e M5S chiedono anche al Ministero “un’indagine per scoprire le effettive cause dei continui crolli e le eventuali responsabilità”.

– redazione – 

  • Articoli correlati

27/01/2014 – Viabilità: Cede un pilone tra Prignano Cilento e Agropoli. Chiusa la strada “Cilentana”

29/01/2014 – Viabilità: Anche la provinciale 45, percorso alternativo alla Cilentana, a rischio chiusura


 

 

Commenti chiusi