La Regione Campania esprime radicale dissenso rispetto a ipotesi di partecipazione ai cosiddetti ‘Stati Generali per l’Economia’. Si ritiene pregiudiziale lo scioglimento del nodo relativo al mondo della scuola e all’inizio del nuovo anno scolastico”.

È quanto dichiara il governatore Vincenzo De Luca in merito alla proposta del ministro dell’Istruzione Azzolina di non posticipare a dopo l‘Election Day il rientro nelle aule. Dunque discuterà con i governatori la data di lunedì 14 settembre.

E’ intollerabile e scandaloso che si vada in una direzione che porta a bruciare il mese di settembre – dichiara De Luca – o all’ipotesi demenziale di aprire, chiudere, riaprire le scuole per una scelta sulla data del voto amministrativo che ignora totalmente i problemi del mondo scolastico e delle famiglie. Dopo mesi di sofferenza di studenti e genitori, dopo mesi di impegno straordinario e di sacrifici del corpo docente, appare davvero intollerabile la posizione di totale disprezzo e irresponsabilità verso cui spingono il Governo e le forze politiche nella discussione in corso a livello parlamentare. Ed è davvero scandalosa l’assenza e la passività del Ministero dell’Istruzione che avrebbe dovuto pretendere che le scadenze elettorali fossero subordinate allo svolgimento sereno e ininterrotto dell’anno scolastico”.

“La Campania denuncia questa irresponsabilità – conclude – e non intende avallarla di fronte al mondo della scuola e alle famiglie italiane”.

– Claudia Monaco –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*