Dopo l’inizio incerto nel campionato di serie A2 lo Sporting Sala Consilina, attraverso il suo patron Giuseppe Detta, scende in modo deciso sul mercato e piazza un altro colpo da 90 e mette a disposizione del timoniere Cafù un futsalero di grande lignaggio. Alla corte del club gialloverde arriva l’esperto universale brasiliano Felipe Alberton Manfroi, 35 anni, con un palmares di tutto rispetto.

Arrivato in Italia nel 2008, ha vestito le casacche di Polignano, Molfetta, dove si segnala come bomber capace di mettere a segno ben 44 reti che gli fanno guadagnare da parte dei tifosi il nomignolo di “Uragano”, poi Real Martina, con cui vince il campionato di serie B e la Coppa Italia di categoria, e ancora Lazio, Napoli, Real San Giuseppe, Cobà e in Belgio con l’Halle Gooik con cui vince il campionato e la Coppa Nazionale.

Manfroi, per le sue origini venete, nel 2016 ottiene la cittadinanza italiana e quindi per lui arriva anche la chiamata con la Nazionale azzurra con cui debutta in un match amichevole con la Romania e veste per sei volte la maglia azzurra riuscendo a segnare anche due reti. E ora è arrivata la chiamata dello Sporting per riuscire a contribuire a far centrare gli obiettivi che si è posto il club salese.

Il debutto è previsto per il 6 novembre dopo il turno di sosta sul campo della capolista Pomezia. La notizia dell’ingaggio di Manfroi è stata accolta con grande favore dai tifosi che sperano nelle sue reti per vedere ancora in alto i colori gialloverdi anche in A2.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano