piscinaLo scorso 8 settembre, il Ministro della salute Beatrice Lorenzin ha firmato un decreto  con le “Linee guida di indirizzo in materia di certificati medici per l’attività sportiva non agonistica”. Lo scopo del documento è quello di fare chiarezza su chi, svolgendo attività sportiva non agonistica, deve fare i certificati, quali sono i medici certificatori, la periodicità dei controlli e la validità del certificato, gli esami clinici.

Per l’attività ludica e amatoriale, il certificato resta facoltativo e non obbligatorio, come stabilito dal Decreto legge 69 del 2013.

 Le uniche categorie che devono fare il certificato:

1 – gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall’orario di lezione

2 – coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)

3 – chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale

 In questi tre casi il controllo deve essere annuale e il certificato ha validità annuale con decorrenza dalla data di rilascio

– Erminio Cioffi –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.