I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Sicignano degli Alburni, nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, hanno notato in località Serre a Castelcivita, un’area di colore anomalo all’interno di un’area rurale.

I militari hanno effettuato un sopralluogo con l’ausilio del personale dell’Ufficio Tecnico del Comune di Castelcivita ed hanno accertato che l’area di colore scuro era un accumulo di liquami e reflui zootecnici, un “lagone” con scivolo di riempimento di dimensioni significative e quindi potenziale fonte di inquinamento del terreno e delle falde sottostanti.

Risaliti al proprietario dell’area i militari hanno chiesto l’esibizione dei titoli autorizzativi alla realizzazione dell’opera il quale, però, ha riferito di esserne sprovvisto.

L’area è stata posta sotto sequestro e il responsabile denunciato.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*