Sit-in degli operai della Comunità Montana Alto Medio Sele-Tanagro per l’assunzione di 221 unità Ottenuta la richiesta di revoca del bando di assunzione con la chiamata numerica



































Si è svolto ieri presso gli uffici della Comunità Montana Alto Medio Sele e Tanagro di Oliveto Citra, il sit-in organizzato da lavoratori e sindacati, sulla sorte di 221 operai idraulico forestali stagionali.

Tutto ha avuto inizio nei giorni scorsi, quando è stato pubblicato il bando per la procedura di assunzione per 102 giornate lavorative, di 221 operai con la qualifica di idraulico forestali, presso la Comunità Montana Sele-Tanagro prevista per il mese prossimo.

Una procedura che ha messo sul piede di guerra i lavoratori poiché prevedeva l’assunzione numerica delle 221 unità attraverso i Centri per l’Impiego cioè un bando pubblico aperti a tutti i lavoratori senza preferenza per gli otd storici della Valle del Sele.








La reazione degli operai però, non si è fatta attendere, tanto che ieri, insieme ai lavoratori c’erano anche i sindaci di Laviano Oscar Imbriaco e di Santomenna Massimiliano Voza che hanno protestato con la fascia tricolore, occupando l’Ente e ottenendo dall’ufficio forestazione, la comunicazione al Centro per l’Impiego della revoca del bando con l’annullamento della procedura e il ripristino della chiamata nominativa cioè un bando che prevede l’assunzione diretta dei 221 lavoratori del Sele-Tanagro che hanno già lavorato con l’Ente.

– Mariateresa Conte 





































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*