Ancora una menzione dal Ministero dell’Istruzione per il Liceo Scientifico “Pisacane” di Padula. Unica scuola del Cilento e Vallo di Diano ad aver aderito all’iniziativa Safer Internet Stories promossa dal MIUR nell’ambito del mese per la Sicurezza in Rete, il Liceo di Padula è stato citato nella pubblicazione dal titolo “La storia delle Safer Internet Stories. Sperimentare creativamente l’uso didattico dei social: #PoesieSID e #StemSID”, con l’indicazione di una poesia redatta da una studentessa della classe 1A in cui fa uso delle metafore.

Durante lo sviluppo del progetto, tutti gli studenti delle classi prime sono stati chiamati a redigere brevi componimenti poetici e a realizzare esperimenti STEM, utilizzando in maniera virtuosa i social network. Ieri, con un webinar organizzato dalle Equipe Formative Territoriali del PNSD (Piano Nazionale per la Scuola Digitale), è stata ufficialmente presentata la pubblicazione che contiene il monitoraggio finale del progetto.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla Dirigente scolastica Maria D’Alessio per il Liceo “Pisacane” di Padula che continua a caratterizzarsi come scuola attenta alle esperienze di apprendimento innovative, attraverso il coinvolgimento attivo delle studentesse e degli studenti e un utilizzo creativo e consapevole dei media digitali. Inoltre, proprio nel corrente anno scolastico, un alunno dell’istituto, Giuseppe Pasquariello della classe 3C, si è classificato alla posizione numero 221 (su 1.100 iscritti) nell’ambito della selezione scolastica nazionale della prima Olimpiade Italiana di Cybersecurity.

Inoltre, per il terzo anno consecutivo, l’Istituto Omnicomprensivo di Padula di cui il Liceo “Pisacane” fa parte aveva già ottenuto, nei mesi scorsi, la qualifica di “scuola virtuosa” sui temi relativi all’uso sicuro e positivo delle tecnologie digitali. Lo scorso novembre l’Istituto si è dotato infatti di un proprio documento di ePolicy recante le norme comportamentali e le procedure per l’utilizzo, in ambiente scolastico, delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione). Il prestigioso riconoscimento era arrivato direttamente dal Ministero dell’Istruzione tramite il Safer Internet Centre e si inserisce nel novero delle tante iniziative messe in campo per la prevenzione e il contrasto al bullismo e cyberbullismo di cui l’Istituto è “scuola-sentinella” e punto di riferimento per l’intero Vallo di Diano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*