Non ce l’ha fatta Mario Vuolo, il 59enne di Sicignano degli Alburni affetto da sclerosi multipla progressiva.

Mario viveva con sua moglie Vita Luogo, ma stamane il suo cuore ha smesso di battere a causa dell’aggravarsi delle condizioni di salute. Da circa un anno infatti, il 59enne viveva immobile nel letto, prigioniero della casa situata ai piedi del castello Giusso e di un centro storico costituito da numerose barriere architettoniche che gli impedivano di potersi muovere con la sedia a rotella e che lo costringevano ad uscire di casa solo grazie all’ausilio di un pericoloso e fatiscente montacarichi che lui stesso aveva costruito.

Quella casa acquistata con tanti sacrifici e con un mutuo ancora da pagare, con il tempo è divenuta la prigione di Mario Vuolo, perchè il 59enne a causa della sua malattia, non poteva muoversi e necessitava di assistenza continua.










Oggi è il giorno del dolore, Mario lascia la moglie e due figlie. Le esequie si svolgeranno domani alle ore 10.30 presso la chiesa di San Matteo e Santa Margherita a Sicignano degli Alburni.

-Mariateresa Conte-


  • Articoli correlati:

23/12/2015 – Sicignano degli Alburni: 77mila euro per la messa in sicurezza dell’arco del castello Giusso

17/10/2015 – Sicignano degli Alburni: crolla il soffitto di una casa, malato di Sla bloccato nell’abitazione

11/11/2014 – Sicignano degli Alburni: “Lasciatemi morire con dignità”, l’appello di un malato di sclerosi multipla

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*