Viaggia senza biglietto e minaccia il controllore dell’autobus, sfiorata l’aggressione fisica tra un extracomunitario e un dipendente della Sita.

Momenti di tensione, ieri sera a Salerno, a bordo dell’autobus della Sita delle ore 18.30 diretto a Ricigliano, dove un 30enne, extracomunitario, ospite del centro di accoglienza di Sicignano degli Alburni, era sprovvisto del titolo di viaggio.

Al momento dei controlli dei biglietti ai passeggeri, il 30enne che si trovava con i suoi compagni ha avuto una discussione verbale con il controllore fino a sfiorare l’aggressione fisica. Il tutto è avvenuto sotto gli occhi spaventati dei passeggeri della Valle del Sele. Sul posto sono giunti i Carabinieri allertati dall’autista del mezzo e che hanno portato via l’uomo.

L’episodio infatti, non sembra essere un caso isolato. La scorsa settimana, a bordo dello stesso autobus della nota azienda salernitana di trasporti, due extracomunitari, probabilmente in preda agli effetti dell’alcol, si sono resi protagonisti di una rissa a bordo del mezzo, avvenuta tra lo spavento dei passeggeri e le grida dell’autista che ha tentato inutilmente di placare gli animi. Il coraggioso autista della Sita, vistosi alle strette e temendo per l’incolumità dei viaggiatori, ha deciso così di fermare la corsa e far scendere i giovani, per poter proseguire il viaggio senza creare ulteriori problemi e disagi.

Intanto però, aumenta la tensione tra i conducenti degli autobus, costretti a subire quotidianamente, minacce, con il rischio di essere vittime di aggressioni da parte dei  “portoghesi” sprovvisti del biglietto.

– Mariateresa Conte –


 

3 Commenti

  1. ma buttatelo giù, da qualche viadotto.

  2. FUORI DALLE P*** TUTTI

    …….

  3. angelo ruspa says:

    A casa loro …punto.
    MA QUALE PROFUGHI. ..
    SONO SOLO CLANDESTINI E IN BUONA PARTE …FECCIA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano