Non si arrestano la crescita e lo sviluppo operativo della Banca Monte Pruno che in seguito alle nuove disposizioni di vigilanza allarga il suo territorio di operatività.

Sei Comuni accrescono la competenza della Banca creando nuove opportunità anche per lo sviluppo nell’area Nord del Vallo di Diano.

I nuovi comuni che potranno essere serviti dalla Banca Monte Pruno sono:

  • Auletta
  • Caggiano
  • Ottati
  • Pertosa
  • Petina
  • Sant’Angelo le Fratte

Questa nuova annessione  permetterà alla Banca un prestigioso risultato e cioè l’acquisizione di una zona di competenza con ben 100 Comuni suddivisi tra le province di Salerno, Avellino e Potenza.

Si aggiunge, quindi, una popolazione di circa 9.000 abitanti al mercato totale della Banca Monte Pruno raggiungendo ormai i 600mila abitanti complessivi. La Banca Monte Pruno, così, si conferma per volumi, la BCC più grande tra quelle presenti dalla Toscana alla Sicilia nell’ambito del Gruppo Bancario Cassa Centrale Banca.

“Le nuove disposizioni di vigilanza – hanno commentato i vertici aziendali – hanno permesso alla Banca di allargare la zona completando l’area a Nord-Ovest di competenza ante-fusione. Si tratta dell’aggregazione di sei Comuni che pone la Banca verso nuove opportunità di crescita, anche perché i territori confinanti possono essere osservati, a loro volta, come ambiti di nuovo sviluppo. Avevamo già anticipato che gli esercizi post fusione sarebbero stati necessari per consolidare il mercato e i valori della Banca, così come è avvenuto. Oggi, invece, siamo proiettati verso la pianificazione di una nuova fase di sviluppo che, nel giro di qualche mese, potenzierà la presenza della Banca sul territorio. Ulteriori novità in ambito di strategia territoriale verranno realizzate a breve”.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*