R.F., 52enne di Sessa Cilento, è stato condannato a cinque mesi e nove giorni di reclusione dal gudice del Tribunale di Vallo della Lucania, Raffaele Romanelli, per stalking nei confronti di una coppia del posto.

A riportare la notizia il giornalista Vincenzo Rubano del quotidiano la Città di Salerno secondo cui l’autorità giudiziaria avrebbe verificato che l’imputato, in maniera reiterata, minacciava la donna e il marito, provocando in loro un grave stato di ansia e costringendoli a cambiare abitudini di vita. L’uomo, che ha patteggiato, adduceva come scusa che gli fossero state recapitate false lettere anonime e molestava la coppia con sms, telefonate, pedinamenti, perchè da lui ritenuta colpevole di quelle missive.

Le vittime dello stalking, inizialmente, hanno anche cercato di parlare con il loro persecutore e fargli capire la gravità della situazione, ma l’uomo ha continuato a seguirli e telefonare, così la coppia, assistita dall’avvocato Valentina Restaino, ha denunciato il grave reato. Così ieri è giunta la sentenza di condanna per i reati di stalking, simulazione di reato, violenza privata, molestie, ingiuria e diffamazione.

– redazione –


 

Commenti chiusi