Sergio Annunziata deciso a compiere il grande passo: dire addio alla politica.

Dopo oltre vent’anni vissuti da protagonista nel panorama politico comprensoriale e provinciale, con due mandati da sindaco alle spalle e con la presidenza in atto della Conferenza dei sindaci dell’Asl Salerno, Sergio Annunziata è decisamente intenzionato a lasciare.

Ci stavo pensando da tempo – ci confida Sergio Annunziata, che attualmente ricopre la carica di vice sindaco al comune di Atena Lucana dopo aver indossato per due legislature la fascia tricolore – Ho una figlia alla quale ho sottratto troppo tempo, costringendo mia moglie a compiere sforzi enormi per la conduzione familiare. Ora che mi sento ancora giovane, voglio provare a pensare un po’ a me ed alla mia famiglia dopo essermi speso, per oltre vent’anni, completamente per gli altri. Io penso che ci debba essere sempre un tempo per pensare di lasciare la mano e non pensare di essere assolutamente indispensabile o insostituibile”.

Un fulmine a ciel sereno che creerà naturale e giustificato stordimento e sgomento in tutto il Vallo di Diano. Persona generosa, competente e gradevole, Sergio Annunziata è un punto di riferimento ineludibile della vita politica del Vallo di Diano.

“Diciamo che l’idea è questa – continua Annunziata – Ne ho già parlato con mia moglie e lei è felicissima e già questo mi fa stare bene. Certo, questa scelta è anche dettata dal fatto che nel nostro territorio non si riesce a creare nessuna prospettiva. Solo slogan e parole. Parole e slogan. Non c’è speranza. Sicuramente ci saranno tante persone più brave di me, capaci di fare meglio di me. Io, anche per questo, preferisco togliere il disturbo”.

Nelle parole di Sergio Annunziata c’è qualcosa che va oltre lo sfogo confidato ad un amico. Nelle parole di Sergio Annunziata c’è la consapevolezza che, forse, anche in politica c’è il tempo che deve essere legato obbligatoriamente alla riflessione.

Sergio Annunziata ha dato molto ad Atena Lucana in particolare ed al Vallo di Diano in generale. Forse, però, avrebbe voluto dare molto di più ma non c’è riuscito. Perché in politica non sempre i sogni diventano tutti realtà. E la realtà di Annunziata, oggi, su cui può realmente fare affidamento, sono la sua famiglia ed il suo lavoro.

Questa clamorosa decisione, se non ci saranno marce indietro, potrebbe rappresentare un atto di estrema responsabilità, attaccamento ed amore verso il proprio territorio e verso i propri sostenitori.

 – Rocco Colombo –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano