Il caldo torrido di fine agosto pare aver liquefatto ulteriormente la già scomposta Giunta di centrodestra che (non) governa la nostra Regione”. Questo l’incipit dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle della Basilicata, Carmela Carlucci, Giovanni Perrino e Gianni Leggieri.

“Così – affermano i consiglieri – se non più tardi di una settimana fa l’assessore Cupparo rassicurava sulla ripresa dell’anno scolastico in sicurezza, la domenica successiva l’assessora ai Trasporti, Donatella Merra, smentisce il suo collega, annuncia la richiesta di un rinvio della riapertura delle scuole e tuona contro il Governo nazionale per il mancato coordinamento sulla gestione del rientro in aula”.

E no – sottolineano Carlucci, Perrino e Leggieri – non possiamo accettarlo: all’assessora che il 30 di agosto riconosce l’incapacità da parte di questo Governo regionale di organizzare la riapertura dell’anno scolastico ricordiamo che era appena giugno quando noi portavoce regionali del Movimento 5 Stelle chiedevamo a gran voce l’istituzione di un tavolo tecnico appositamente e specificatamente dedicato alla Scuola, che coinvolgesse tutte le parti, gli assessori competenti, l’Ufficio Scolastico Regionale, i sindacati della scuola, i Presidenti delle due Province ed una omogenea rappresentanza del Consiglio regionale. Alla nostra richiesta ha fatto seguito uno sprezzante silenzio. E così vi abbiamo sollecitato fino alla fine di luglio, per poi ottenere una flebile dichiarazione da parte dell’assessore Cupparo con cui annunciava l’avvenuta istituzione del tavolo. Naturalmente, nessuno di noi è stato coinvolto”.

I consiglieri del M5S dichiarano poi di aver appreso dalla stampa la disapprovazione manifestata dal Sindaco leghista di Potenza, che accusa i propri rappresentanti regionali di non aver interpellato nessuno dei Sindaci delle due province. Adesso, dunque, a quindici giorni dalla riapertura delle scuole, non siamo disposti ad accogliere le indolenti querimonie dell’assessora Merra, che prova, con poca scaltrezza, a scaricare le colpe della inefficienza regionale sul Governo nazionale. Ricordiamo a questa Giunta smemorata che a giugno, quando il Comitato tecnico-scientifico aveva già diramato le indicazioni su come tornare tra i banchi, i nostri assessori si sono concessi il lusso di non partecipare al primo incontro esplicativo e organizzativo voluto dall’allora Sottosegretario all’Istruzione De Cristofaro. Una defezione non giustificata”.

Ergo, se la riapertura delle scuole sarà procrastinata, così come richiesto da questa maggioranza, sarà solo demerito della stessa, che il 30 di agosto si accorge che, forse, i mezzi di trasporto a disposizione dei nostri studenti non sono sufficienti a garantire un rientro sicuro in aula. Ilari, poi – dicono Carlucci, Perrino e Leggieri – le considerazioni dell’assessora Merra sulla cronica insufficienza di risorse e mezzi destinati alla scuola, alla quale giova ricordare che l’autrice del più spaventoso de-finanziamento scolastico è stata la nota ministra Gelmini, del suo stesso orientamento politico. Per questo, cara Assessora, respingiamo al mittente le sue doglianze, con l’auspicio che questa maggioranza (con o senza il suo generale, pare sia lo stesso) inizi realmente a dialogare con le minoranze, riscoprendo, magari, il vero obiettivo del nostro lavoro in Consiglio regionale, che è quello di fare il bene di tutta la comunità lucana”.

I consiglieri regionali del Movimento cinque stelle concludono con un post scriptum: “Non la prenda sul personale, nessuna caccia alle streghe, si intende”.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*