Sono stati pubblicati i risultati relativi al bando che ha messo a disposizione 330 milioni di euro per il finanziamento di interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Si tratta di stanziamenti per l’edilizia cosiddetta “leggera” nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020.

Gli Enti locali hanno già fatto domanda per oltre 290 milioni di euro. Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato un nuovo avviso per quelli che non sono riusciti ad accreditarsi in tempo. I primi dati evidenziano che la Lombardia è la Regione che ha partecipato con il numero più alto di candidature, seguita dal Piemonte e dalla Campania con 361 Enti locali partecipanti.

Comuni, Province e Città Metropolitane potranno iniziare i lavori subito, con adeguamento e adattamento funzionale e per forniture di arredi e attrezzature scolastiche idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti. “Registriamo grande partecipazione e collaborazione da parte degli Enti locali – sottolinea il Ministro Azzolina -. Abbiamo riaperto i termini per chi non ha fatto in tempo ad aderire e vuole ancora farlo. Intanto stiamo facendo arrivare velocemente le risorse che saranno subito spendibili in vista di settembre“.

L’importo totale stanziato finora per la Campania è di 31.139.000 euro. Tra i Comuni del Vallo di Diano e Tanagro in graduatoria ci sono Atena Lucana (6000 euro), Auletta (6000 euro), Montesano sulla Marcellana (28.000 euro), Padula (15.000 euro), Sala Consilina (70.000 euro), San Pietro al Tanagro (6000 euro), San Rufo (6000 euro), Sant’Arsenio (15.000 euro), Sassano (15.000 euro), Teggiano (28.000 euro).

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*