False dichiarazioni per beneficiare del “Reddito di Cittadinanza” e movimentazione di circa 250mila euro per giocare on-line. Altri quattro cittadini del Potentino vengono scoperti e denunciati dalla Guardia di Finanza. Si tratta di persone tutte residenti nell’area del Lagonegrese. Si aggiungono alle altre nove che le Fiamme Gialle di Lauria hanno denunciato nei giorni scorsi e alle altre cinque scoperte e denunciate dai Carabinieri a Ruoti e San Fele.

Nel caso delle indagini portate avanti dalla Tenenza di Maratea, le quattro persone, a vario titolo, hanno omesso di comunicare la posizione lavorativa o di comunicare la variazione della propria posizione reddituale. I controlli della Guardia di Finanza, che vanno avanti da mesi, sono stati effettuati per verificare la regolarità delle richieste presentate dai beneficiari della misura di sostegno introdotta dal Governo. Nell’ambito dei controlli incrociati sulle quattro persone residenti nel Lagonegrese, i Finanzieri hanno rilevato diverse irregolarità ed omissioni nella presentazione delle domande. Nel corso delle indagini, le Fiamme Gialle della cittadina tirrenica hanno scoperto che una delle quattro persone denunciate non aveva comunicato l’assunzione a tempo indeterminato continuando quindi a percepire, senza averne diritto, l’indennità del Reddito di Cittadinanza.

Negli altri tre casi è stato scoperto che erano tutti cittadini che hanno movimentato in totale circa 250mila euro di soldi on-line, attraverso diverse piattaforme di gioco. In queste circostanze è stato rilevato che non hanno comunicato la variazione della posizione reddituale.

Le quattro persone sono state tutte denunciate per false dichiarazioni. Contestualmente all’iter giudiziario, si procederà al recupero delle somme percepite indebitamente.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*