Oggi pomeriggio, i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno denunciato un imprenditore di un allevamento di bestiame di Sassano per sversamento di acque reflue non autorizzato.

I militari della Stazione di Sassano, durante un controllo finalizzato alla verifica del rispetto della normativa antinquinamento ambientale hanno accertato che l’impresa aveva realizzato un impianto dove venivano raccolti, all’interno di una vasca, migliaia di litri di liquami con diretta immissione nel terreno e nelle acque sotterranee.

L’impianto comportava inoltre una dispersione di liquami anche nei torrenti limitrofi al fiume Tanagro.

Parte dell’impresa, compreso l’impianto è stato sottoposto a sequestro preventivo d’intesa con l’Autorità giudiziaria di Lagonegro.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*