3 - INCONTRO AL CASTELLO SULLA BANDA ULTRA LARGAPrima l’inaugurazione del parco giochi in via San Nicola, poi la panchina rossa e infine un incontro di presentazione della terza e ultima fase dei lavori di diffusione della BUL, la Banda Ultra Larga in tutti i comuni lucani.

Una giornata ricca di iniziative quella organizzata a Savoia di Lucania dal Comune e dalla Regione, iniziata di buon mattino, alla presenza del governatore Marcello Pittella. Le iniziative hanno preso il via con il taglio del nastro in via San Nicola, dov’è stato realizzato un parco giochi grazie al finanziamento ottenuto con l’avviso pubblico promosso dalla Regione, dal titolo “Progetto strategico regionale per la rivitalizzazione dei centri storici“.

Era praticamente una discarica, un luogo abbandonato, che ospitava una cabina antica. E’ un sogno che si realizza grazie all’impegno nostro e della Regione. Regaliamo uno spazio importante per i bambini salviani”, ha sottolineato il sindaco, Rosina Ricciardi.

All’interno del parco giochi è stata inaugurata anche la panchina rossa, simbolo contro la violenza sulle donne. Toccherà agli alunni delle medie affrontare il tema per poi apporre una frase sulla panchina. Poi, nel Castello in piazza Marconi, si è discusso della terza ed ultima fase dei lavori di diffusione della Banda Ultra Larga in tutti i comuni lucani, che assicurerà una velocità di connessione superiore a 30 Mbps.

Oltre a Ricciardi e Pittella, è intervenuto anche l’assessore alle Politiche agricole Luca Braia. I lavori interesseranno 65 Comuni, 17 aree produttive e 3 aree industriali. “La Regione – ha sottolineato Pittella – ha voluto investire nelle connessioni digitali perché questo significa costruire il presupposto per incentivare le politiche di coesione. Questi interventi permetteranno a tutti i settori produttivi di essere competitivi e di crescere, oltre a dare la possibilità ai territori di essere ancora più attrattivi”.

– Claudio Buono –

TAGLIO NASTRO BRAIA E PITTELLA PITTELLA e RICCIARDI SINDACO SAVOIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*