Una cartolina dedicata alla memoria di Mimmo Beneventano, originario di Sasso di Castalda, vittima della camorra il 7 novembre 1980.

Si è tenuta questa mattina nel paese del “Ponte alla Luna” l’iniziativa di consegna della cartolina dedicata all’uomo che aveva messo al centro della sua vita l’impegno politico e la lotta alla camorra e alle sue infiltrazioni nelle amministrazioni locali.

Mimmo all’epoca era consigliere comunale del Partito Comunista a Ottaviano. Non si piegò alla volontà criminale dei clan che volevano cementificare il territorio. Così la mattina del 7 novembre di quarant’anni fa venne ammazzato, appena uscito di casa, a pochi passi dalla sua auto, una Simca 1000. In pochi secondi divenne bersaglio dei killer che lo uccisero con colpi d’arma da fuoco. La madre, originaria di Polla, dal balcone assistette all’omicidio e nulla poté fare.

Quando Mimmo è stato ammazzato aveva 32 anni e faceva anche il medico di base a Ottaviano, oltre che chirurgo all’ospedale “San Gennaro” di Napoli. Veniva definito il “medico buono“.

Stamattina all’ufficio postale di via Provinciale a Sasso di Castalda la consegna della cartolina che ritrae sul fronte il suo viso e sul retro il ricordo della vittima innocente di camorra. La cartolina è stata stampata da Poste Italiane, su indicazione dell’Amministrazione comunale di Sasso di Castalda guidata dal sindaco Rocchino Nardo e della “Fondazione Mimmo Beneventano“. Il sindaco all’epoca dei fatti aveva 13 anni e conosceva bene Beneventano.

A distanza di 40 anni – ha dichiarato il sindaco Rocchino Nardo – siamo qui tutti a ricordare Mimmo Beneventano, una persona straordinaria che ha lasciato un segno importante a tutte le generazioni. Grazie a lui abbiamo il dovere di trasferire ai giovani ciò che aveva lui dentro. Mimmo portava avanti le sue idee di legalità, libertà ed umanità, di una politica giusta e corretta, una politica che era attenta all’ultimo. E lo faceva con forza e determinazione. Oggi Mimmo vive con noi, il suo ricordo è sempre forte e vivo“.

Sul retro della cartolina è stato apposto il bollo filatelico di Poste Italiane.

Beneventano viene ricordato ogni anno. Ad Ottaviano gli è stata intitolata una strada e la scuola elementare di via Lucci, a Sasso di Castalda un largo.

– Claudio Buono –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*