L’amministrazione comunale di Sassano ha deliberato il progetto “S@SS@NO INTELLIGENTE“, con l’obiettivo di gettare le basi per una smart city, la “città intelligente” che ha come scopo quello di migliorare la qualità della vita di chi vi risiede, considerato anche il crescente utilizzo di nuove tecnologie di comunicazione e di dispositivi all’avanguardia. Per arrivare a questo il Comune ha intrapreso e intende intraprendere varie progettualità che risultino migliorative delle condizioni presenti sul territorio e fungano da fondamenta nel cammino di avvicinamento all’idea di smart city, fulcro del lavoro intrapreso.

Sotto l’Assessorato ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica, guidato dal geom. Antonio D’Amato, il progetto “S@SS@No INTELLIGENTE” implementerà le strutture e le infrastrutture comunali, le abitazioni, le chiese e le strade in una cartografia in formato aperto (Open Data), accessibile sul web da chiunque. Lo stesso assessorato ha già posto in essere delle attività tese alla dematerializzazione e alla produzione di dati digitali geo-spaziali per facilitarne la divulgazione tra chi ne abbia interesse. La futura “città intelligente”, inoltre, vedrà la realizzazione di pannelli QR Code che, affissi accanto ad ogni edificio, tramite la scansione con un semplice smartphone consentirebbero, ad esempio, a un turista in visita a Sassano la lettura di tutti i dati relativi alla struttura osservata (dati di carattere storico-architettonico e dati relativi agli interventi praticati sull’edificio in questione). Le progettualità finalizzate al rilevamento e all’implementazione di basi dati, alla creazione di mappe digitali e di servizi online innovativi saranno realizzate dalle scuole secondarie di II grado e dalle Università che, con il comune di Sassano, vorranno sottoscrivere accordi o partenariati per lo sviluppo del prestigioso progetto.

Soddisfazione ed entusiasmo sono stati espressi dal sindaco Tommaso Pellegrino e dall’Assessore ai Lavori Pubblici Antonio D’Amato per l’istituzione di “S@SS@NO INTELLIGENTE”. “Il progetto è ambizioso e arduo – ha detto l’assessore D’Amato – e sfrutta tutte le tecnologie innovative al fine di migliorare la vivibilità e la fruibilità del nostro territorio comunale”.

– Chiara Di Miele –


 

Commenti chiusi