Sono arrivate alla conclusione le indagini preliminari a carico di Gianni Paciello, il giovane di 22 anni di Sassano che lo scorso 28 settembre a bordo della sua auto, una BMW di grossa cilindrata ha travolto ed ucciso quattro giovanissimi ragazzi mentre si trovavano davanti all’ingresso del bar “New Club 2000” nella frazione di Silla.

L’auto condotta a folle velocità ha spazzato via la vita di suo fratello Luigi di 14 anni, dei fratelli Giovanni e Nicola Femminella di 17 e 22 anni e di Daniele Paciello di 15 anni.

L’accusa a carico del 22enne resta quella di omicidio colposo plurimo aggravato. Ora nei prossimi venti giorni l’avvocato di Gianni Paciello potrà presentare delle memorie difensive dopodichè ci sarà la fissazione dell’udienza preliminare per decidere sul rinvio a giudizio.

Attualmente il 22enne si trova agli arresti domiciliari in una struttura ubicata in un comune del Vallo di Diano. Nelle scorse settimane erano state particolarmente forti le proteste di molti cittadini di Sassano quando era stata paventata l’ipotesi che avrebbe potuto scontare i domiciliari nella sua abitazione.

Erminio Cioffi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*