sassano consulta prefetttoDa Sassano parte un inno alla legalità e al rispetto delle regole. Non accetto nessuna polemica o altre richieste” è stato questo  il monito lanciato dal Prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone, all’incontro tenutosi questa mattina, presso l’Aula consiliare del Comune di Sassano, con il sindaco Tommaso Pellegrino e gli studenti delle scuole del piccolo centro del Vallo di Diano.

Un inno alla legalità rimarcato più volte anche dalla Consulta provinciale degli studenti di Salerno, presieduta da Adolfo Fortunato, il quale, oltre a manifestare solidarietà per la tragedia che ha colpito la comunità di Sassano, ha sottolineato la sinergia che deve esserci tra le Istituzioni e la società. “Le Istituzioni devono stare vicino a noi ragazzi per prevenire questi avvenimenti – ha evidenziato il giovane presidente – Dal canto nostro, noi giovani, dobbiamo agire in legalità rispettando noi stessi e poi gli altri”.

All’incontro erano presenti, tra gli altri, oltre ai sindaci del Vallo di Diano, anche il comandante provinciale dei Carabinieri, il colonnello Riccardo Piermarini, il capitano dei Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina Emanuele Corda, Pino Iannarella, comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina, il dirigente della Sezione Polizia Stradale di Salerno, la dottoressa Grazia Papa, il caposquadra dei Vigili del Fuoco della sottosezione di  Sala Consilina Luigi Morello e l’ensemble del Liceo Coreutico Musicale Alfano I di Salerno.

sassano consulta prefettto 3Oltre alla collaborazione tra i cittadini, la scuola e le istituzioni civili, militari e religiose del territorio valdianese per proteggere le giovani generazioni, è stata sottolineata anche l’importanza dell’educazione all’interno delle mura domestiche: “Un NO dei genitori deve rappresentare un insegnamento e non un limite”.

E’ una giornata del dolore questa, nel ricordo di Giovannino, Nicola, Luigi e Daniele,  ma è anche una testimonianza di vicinanza da parte delle Istituzioni verso la nostra comunità – ha detto il sindaco Tommaso Pellegrino  – la presenza del Prefetto di Salerno che in questi giorni ci è stata molto vicina ed in modo concreto, la presenza delle Forze dell’ Ordine, dei rappresentanti provinciali, dei sindaci dei comuni del Vallo di Diano è un modo per dire rialziamo la testa, soprattutto  sulle  regole. Cerchiamo di farne una battaglia vera di legalità, per dare certezza e sicurezza ai nostri giovani e alle nostre famiglie”.

sassano consulta prefettto 2Nell’Aula Consiliare del comune è partito un grido accorato per dire basta morti, basta piangere altre vite; è ora di collaborare e di assumersi le proprie responsabilità partendo dalle famiglie, dalla scuola, fino ad arrivare alle Istituzioni.

Ad un mese esatto dalla tragedia della strage di Silla, intanto, si è svolto questa mattina, nella Parrocchia – Santuario del Cuore Immacolato di Maria a Varco Notar Ercole il funerale dei fratelli Femminella, mentre nel pomeriggio, nella chiesa di San Rocco è stata celebrata la Santa Messa nel ricordo di Luigi Paciello. Domani mattina, invece, alle 10:00 nella parrocchia della B.V. Maria di Pompei il trigesimo di Daniele Paciello.

Questa sera, nel Santuario Mariano di Varco, la comunità si raccoglierà in preghiera alle ore 21:00 per ricordare i quattro angeli della strage di Sassano.

Giovanna Quagliano


 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*