Il Sassano del presidente Ricciardone e del riconfermato tecnico Cammarano, dopo i festeggiamenti per la meritata promozione e il ritiro della Coppa che spetta alle squadre vincenti con una cerimonia avvenuta nell’assemblea del comitato Campania lo scorso 14 luglio alla presenza dei suoi dirigenti tra i quali Bifano, è al lavoro per arrivare all’appuntamento con le carte in regola.

La linea che il sodalizio ha inteso adottare va nel segno della valorizzazione delle risorse presenti nell’ambito del comprensorio dianese. Il primo segnale è arrivato con la scelta dei tecnici che si occuperanno del settore giovanile: Gennaro Laureana, ex calciatore pro, Giovanni D’Amato, tanta esperienza nei dilettanti campani e Mario Calabrese, da sempre protagonista nell’ambito del club. Tutti e tre “sassanesi Doc”, ai quali si aggiunge Erio Giasi di Padula, al quale è stata affidata la guida della squadra juniores. La linea intrapresa, in un momento in cui tutte le società calcistiche sono alle prese con scarse risorse finanziarie, appare quella giusta, anche perché solo valorizzando le risorse del posto si possono non solo ridurre i costi di gestione  ma anche garantirsi un futuro nell’ambito del prestigioso campionato regionale. Ed anche i primi innesti da mettere a disposizione del tecnico Cammarano vanno in questa direzione: l’arrivo del forte centrocampista Vito Pascuzzo di Buonabitacolo e quello del promettente Stoduto, in quota under e proveniente da Morigerati, sono il chiaro segnale che si punta su calciatori indigeni.

Per il momento l’arrivo del forte bomber Giuseppe Salamone, di Caselle in Pittari, resta solo un’ipotesi: le richieste dell’attaccante e le offerte del Sassano appaiono molto distanti, ma anche questa soluzione ci appare molto intrigante, anche se sul fronte del reparto Cammarano c’è una certa tranquillità visto che può contare sulla coppia-gol De Stefano-Pizozzi che, nella passata stagione, in prima categoria, ha fatto sfracelli. Intanto in vista della preparazione, che si svolgerà al “San Giovanni” di Sassano dal prossimo 18 agosto, sono in programma alcuni stage con tanti promettenti under valdianesi da inserire nell’organico. Questa appare la strada vincente. Non resta che plaudire alla decisione di patron Ricciardone e dei suoi soci.

– Gerardo Lobosco –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*