Potrebbe essere disposto nelle prossime ore l’esame autoptico sulla salma di Goffredo Ferrarese, il giovane di 38 anni di Sanza deceduto ieri sera al Cardarelli di Napoli dopo essere rimasto gravemente ferito due settimane fa in un incidente stradale avvenuto sulla Strada Statale 19 tra Sala Consilina e Padula.

Da indiscrezioni sembra che sia partita una rogatoria da parte della Procura della Repubblica di Lagonegro alla Procura della Repubblica di Napoli per poi procedere al conferimento dell’incarico ad un medico legale. L’autopsia servirà ad appurare che a causare la morte siano stati i traumi riportati da Gofferedo Ferrarese in seguito all’incidente e non eventi successivi legati al periodo trascorso in ospedale.

Se sarà quindi confermata la decisione di effettuare l’autopsia i tempi per il rilascio della salma si allungheranno pertanto i funerali potrebbero essere celebrati a Sanza probabilmente tra due o tre giorni.

Goffredo lascia la moglie e due bambine di 8  e 4 anni. La notizia della sua morte ha gettato nello sconforto l’intera comunità Sanzese, dove era molto conosciuto. L’incidente è avvenuto lo scorso 18 ottobre. Goffredo stava percorrendo a bordo della sua moto, una Honda Hornet, la ex Strada Statale 19 al confine tra i comuni di Padula e Sala Consilina.

A causare l’incidente è  stato un camion adibito al trasporto di cavalli, condotto da un uomo di 74anni residente a Sala Consilina. Pare che il camion abbia tagliato la strada al motociclista che ha tentato invano di evitare l’impatto con il mezzo pesante. Dopo essersi scontrato contro il camion è finito nella cunetta che costeggia la strada. Il conducente del camion si è poi allontanato senza fermarsi per prestare soccorso. Per lui dopo qualche ora sono scattate le manette ai polsi.

– Erminio Cioffi –


– Articoli correlati –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*