E’ stato emozionante e molto partecipato il Concerto di Santo Stefano della Pino Pinto Band e del Coro Polifonico “Sinfonia di Voci” Teresa Miraglia che si è tenuto ieri nella chiesa di San Francesco a Sanza. Melodie classiche e tipicamente natalizie hanno riempito di armonia la chiesa del paese gremita di persone giunte anche dai centri limitrofi. Il Maestro Pino Pinto, a cui è affidata la direzione artistica del Coro, e le Maestre Sabina Gigliotti e Annamaria Antonucci hanno letteralmente incantato quanti sono accorsi per trascorrere in serenità il giorno di Santo Stefano ascoltando il tradizionale concerto. La serata è stata magistralmente presentata da Barbara Citera e arricchita dalla presenza di Erika Pinto al violino, Giuseppe Romano all’arpa e dalle splendide voci soliste di Teresa Vertuccio e Giovanni Lotierzo. Ospiti speciali i piccoli alunni della Scuola Materna. Presenti, tra gli altri, il sindaco di Sanza Vittorio Esposito e il parroco, don Giuseppe Spinelli.

Il Coro Polifonico “Sinfonia di Voci” Teresa Miraglia allieta la comunità di Sanza con le sue voci da ben 14 anni e l’idea di riproporre il Concerto di Santo Stefano quest’anno è nata quasi per caso. “Una sera ero a casa con mia moglie e i miei figli – racconta il Maestro Pinto – e, guardando un film sullo spirito del Natale, ho pensato che nonostante le difficoltà il concerto del 26 dicembre si dovesse fare anche quest’anno“.

Nella chiesa di San Francesco sono state illuminate delle scarpe rosse contro la violenza su donne e bambini al suono dell’Hallelujah di Cohen suonata da Erika Pinto e Giuseppe Romano. Il Maestro Pino Pinto, nel corso del suo intervento, ha inoltre voluto donare un pensiero a chi, affetto da complicate malattie, vive i momenti di festa con difficoltà. “Bisogna dare un Natale diverso ai nostri bambini nonostante le situazioni complicate – ha affermato – perchè proprio il Natale è fatto per poter credere nei miracoli“.

Durante il concerto sono state raccolte delle offerte per poter comprare un nuovo impianto di amplificazione di cui verrà dotata la nuova chiesa di Sanza. “Ringraziamo tutta la comunità – ha concluso il Maestro Pinto – perchè ha generosamente donato le sue offerte per permetterci di arricchire la chiesa di questa importante strumentazione“.

– Chiara Di Miele –

  

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*