Quarto ed ultimo appuntamento per l’estate 2021 di Identità Mediterranee, in piazza Cavour a Sanza, domani, martedì 31 agosto. Un appuntamento di grande spessore per chiudere la kermesse che ha portato in piazza grandi talenti della musica e belle storie da raccontare attraverso il protagonismo dei libri e dei suoi autori. Si è parlato di migrazioni ed Afghanistan, poi la serata dedicata alle radici e poi di giovani, sogni e speranze.

Martedì arriverà il giornalista Luca Maurelli con il libro inchiesta “Io vedo il mare”, la vera storia di Simon Gautier che si smarrì con Dostoevskij su un sentiero del Cilento. Il libro inchiesta ha la prefazione di Giuliano Ferrara, giornalista, fondatore de “Il Foglio” e le conclusioni di Massimiliano Gallo, giornalista, editore e direttore de “Il Napolista”.

A dialogare con Luca Maurelli ci saranno il sindaco di Sanza Vittorio Esposito, il vicesindaco Toni Lettieri, il giornalista e scrittore Angelo Raffaele Marmo, vice-direttore della redazione romana de Il Quotidiano nazionale ed il giornalista e scrittore Lorenzo Peluso. Le letture e gli spunti di riflessione saranno proposti dalla prof.ssa Marisa Vitolo.

La serata sarà conclusa dalle note del concerto “viaggio nei ’60 e nella tradizione napoletana” del Maestro Pino Pinto, accompagnato da prestigiosi musicisti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.