Domenico Bosco lascia per sempre la comunità santarsenese, ma la sua immagine resta ferma sul palco dell’auditorium comunale “G. Amabile” nei panni di Peppantonio, narratore e suonatore della commedia “Vi racconto…Rusina a zengara”. L’opera in vernacolo santarsenese di Peppino Amabile che Domenico Bosco amava molto. Lui insegnante nelle scuole elementari in provincia di Roma, era andato via da Sant’Arsenio per lavoro, ma tornava ogni volta che ne aveva occasione nel paese natio insieme a sua moglie.

La sua prematura scomparsa lascia un vuoto in quanti lo avevano conosciuto e avuto accanto nelle attività culturali e teatrali del comune santarsenese.  Domani pomeriggio tornerà per l’ultima volta per salutare tutti e lo farà ancora nel teatro comunale dove verrà allestita una camera ardente, segno di grande rispetto verso le qualità di un uomo che regalava la sua anima all’intera collettività. L’Associazione “Gli Amici della Musica” fanno sapere che verrà posticipato a data da definirsi l’esibizione del Coro Pop dell’Università di Salerno, prevista per domani.

Sarà la Chiesa Madre di Sant’Arsenio ad accogliere domenica prossima, 30 novembre, la bara di Domenico Bosco per i funerali che si svolgeranno alle 11.00, dopo l’elogio funebre che il primo cittadino, Antonio Coiro terrà presso l’auditorium. 

– Tania Tamburro – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*