sequestro sant'arsenio forestaleOperazione a vasto raggio degli agenti del Corpo Forestale di Polla che, grazie ad un’intensa attività di polizia giudiziaria condotta dal Sovrintendente Pietro Rubino della Forestale di Polla e coordinata dal Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Salerno, diretto dal Vice Questore Aggiunto Maria Gabriella Martino, hanno effettuato sequestri e denunce a tutela dell’ambiente, della fauna selvatica e gestione dei rifiuti.

Nel mirino dei forestali è finito anche un cittadino di Sant’Arsenio che, secondo le accuse ipotizzate ai suoi danni, raccoglieva illecitamente rifiuti speciali ferrosi in un immobile adibito a garage, annesso ad un appartamento, non idoneo e sprovvisto delle necessarie autorizzazioni Comunali, con all’interno già stoccati all’incirca 10 quintali di rifiuti. Dopo le formalità di rito sono scattati i sigilli al garage e per l’uomo è scattata la denuncia a piede libero.

forestale sequestri sant'arsenio 2Sempre a Sant’Arsenio, , invece, in località “Lamato”, a seguito di una segnalazione del WWF, la stessa Forestale di Polla ha bloccato due bracconieri intenti ad allontanarsi dai luoghi a bordo di una vettura, che alla vista della macchina di servizio ha invertito la marcia cambiando la direzione, aumentando la corsa, così da eludere il controllo attivato per l’occasione. I due uomini, un 40enne e un 50enne dell’hinterland napoletano, sono stati bloccati e identificati; dal vano bagagli della vettura sono state trovate apparecchiature utilizzate per la cattura di fauna selvatica protetta e 40 esemplari tra “cardellini” e “lucherini”, custoditi in 5 gabbie, già pronti per essere immessi sul mercato clandestino. Anche in questo caso è scattato il sequestro di tutte le attrezzature utilizzate per la cattura della fauna selvatica. I “cardellini” e “lucherini” sono stati immediatamente liberati.

forestale sequestri sant'arsenio 1Per i due bracconieri  è scattato il provvedimento di allontanamento con foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno nel comune di Sant’Arsenio e in tutti gli altri comuni del Vallo di Diano ricadenti sotto la giurisdizione del comando Forestale di Polla per tre anni.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*