Preoccupa e lascia tantissimi dubbi la strana figura che ieri è stata vista aggirarsi lungo diverse strade di Sant’Arsenio. Una persona travestita da “medico della peste” per tutto il pomeriggio ha attraversato alcune località del paese indossando un lungo abito nero e la maschera nera a forma di becco che un tempo veniva utilizzata per proteggersi dalle epidemie.

L’abito, risalente al XIV secolo, era costituito da una tunica nera lunga fino alle caviglie, guanti e scarpe dello stesso colore e dalla strana maschera dove erano contenute essenze aromatiche e paglia che agivano da filtro e che avrebbero dovuto, secondo le credenze mediche dell’epoca, impedire il passaggio degli agenti infettanti. Una mascherina anti-Covid d’altri tempi, insomma.

Questa strana persona è stata notata aggirarsi anche nelle vicinanze della Villa Comunale del paese, dove è presente il parco giochi frequentato da tanti bambini del posto e non solo insieme alle famiglie. E’ stato fotografato e filmato con gli smartphone dai passanti incuriositi, ma ha mostrato indifferenza dinanzi agli occhi stupiti della gente e alle voci dei bambini.

Di quanto accaduto sono stati informati i Carabinieri della Stazione di Polla. La persona mascherata non è stata ancora individuata.

Potrebbe essere uno scherzo di qualche burlone che, però, incute timori tra la gente del piccolo centro valdianese che in queste ore si sta chiedendo chi ci fosse dietro quella maschera a becco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.