La comunità di Sant’Arsenio ha dato l’estremo saluto ai coniugi Ammaccapane. L’ intero paese, infatti, si è riversato sulle strade, oggi pomeriggio, per salutare per l’ultima volta Franca Priore e Pasquale Ammaccapane, tragicamente morti nel primo pomeriggio di ieri a bordo della loro Punto grigia, nel corso di un incidente stradale verificatosi sulla Strada Provinciale tra Sant’Arsenio e Polla. In un doloroso silenzio, le due bare hanno attraversato la piazza, poco distante dalla loro casa e sono entrate nella Chiesa Madre del paese per il rito funebre.

A officiare il rito religioso è stato il parroco del paese, Don Antonio Breglia che con una voce rotta dal pianto ha ricordato Franca e Pasquale come due genitori di cuore. “Una persona che non perdeva occasione per dire agli altri quanto li volesse bene con quella sua battuta I love you” ha intonato commosso Don Antonio parlando di Pasquale e rivolgendosi ai figli Mariano e Silvestro ha chiesto loro di continuare a tramandare le virtù dei loro genitori.

Sulle bare deposte al centro della navata della chiesa una corona di fiori rossi per Pasquale e una di rose per Franca. In prima fila tutto il dolore dei familiari e dei due figli, intorno una chiesa gremita di persone in lacrime.

Presenti alle esequie anche le autorità civili di Polla e Sant’Arsenio con in testa i rispettivi sindaci Rocco GiulianoAntonio Coiro.  

– Tania Tamburro – 


  •  Articoli correlati

6/10/2014 – Sant’Arsenio: Comunità a lutto per la morte di Franca e Pasquale

5/10/2014 – Drammatico incidente stradale tra Polla e Sant’Arsenio. Due morti e un ferito


 

2 Commenti

  1. Ciao cari Pasquale e Franca ,mi sarei augurato vedervi ancora per diversi anni ,ma il destino ha deciso diversamente. Vegliate con amore e con il sorriso che vi distingueva sui Vs due figli a cui in silenzio e con dolore auguro con sincerità sentite condoglianze.

  2. ciao cara Franca e Pasquale, ci mancherete tanto, ricorderemo sempre il vostro sorriso, date tanta forza dalla casa del Padre alle vostre famiglie Carmine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*