I grillini santarsenesi alzano la guardia sul “fantasma” delle trivellazioni nel territorio del Vallo di Diano.

Alla luce del Decreto Legislativo n. 133/2014, (art. 38) meglio conosciuto come “Sblocca Italia” , gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Sant’Arsenio, infatti, hanno dato al via da questa mattina ad una raccolta firme per dire “NO alle trivellazioni”.

La petizione popolare, che terminerà alle ore 12.00 di domenica 9 novembre , sarà accompagnata dallo slogan “Non sporcarti le mani, difendi il Tuo Territorio“.

L’istanza nasce per denunciare i danni che le trivellazioni potrebbero arrecare al nostro territorio, sia direttamente che indirettamente interessati dalle esplorazioni petrolifere – ha detto l’attivista del Movimento Arsenio BiscottiNel Vallo di Diano, le colture biologiche, le produzioni agricole e casearie sono le uniche risorse economiche per gran parte degli abitanti e rappresentano un vanto per l’intero territorio”.

“Per invogliare ed informare sulla delicata questione delle trivellazioni – ha continuato Biscotti – sarà una petizione fatta “porta a porta” senza banchetti, gazebi inutili o luoghi di ritrovo. Non cerco meriti o consensi per me o per il M5S– ha concluso – visto la questione, lo faccio per il territorio, ma soprattutto per il futuro dei nostri figli.

Giovanna Quagliano


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*