UIL FPL chiede un incontro urgente alla Direzione Aziendale e alla Direzione del Presidio Ospedaliero di Polla. L’ organizzazione sindacale – come si legge nella nota stampa -“ribadisce la grave situazione della sanità dell’ospedale di Polla, unica realtà sanitaria di questo vasto territorio“.

“Annosa mancanza di circa 60 medici previsti nella dotazione organica del presidio ospedaliero – continua la nota – i continui trasferimenti o pensionamenti di personale medico impediscono una normale attività, solo lo spirito di abnegazione dei medici e degli operatori tutti del Presidio Ospedalierio di Polla in attività riesce a dare risposte di sanità agli utenti del territorio, tale situazione continua ad essere non più sostenibile, in quanto un’azienda sanitaria è tenuta ad erogare servizi all’utenza con efficienza, non tagliando esclusivamente in modo ragioneristico.”

Ultima novità -conclude la UILFPL – accaduta in questo presidio la disposizione ad un un medico otorinolaringoiatra in servizio presso l’unita’ operativa di otorinolaringoiatria, che dovrà svolgere turni di reperibilità presso il presidio ospedaliero di Nocera Inferiore, quindi a ben cento chilometri di distanza, a sua volta ridimensionando l’attività dell’unita’ operativa  di Otorinolaringoiatria di Polla, dove attualmente prestano servizio due medici.”

– redazione –


 

 

Commenti chiusi