Anche il sindaco di San Pietro al Tanagro, Domenico Quaranta, ha prestato giuramento sulla Costituzione dando così il via alle attività del suo secondo mandato. Il solenne momento si è svolto durante il consiglio comunale di ieri, presso l’aula consiliare Enrico Quaranta e con l’occasione ha rinnovato le promesse elettorali con l’approvazione delle linee programmatiche. Ampio respiro alle opere pubbliche con il rifacimento della villa comunale, la pubblica illuminazione e il ripristino del borgo.

Confermato il ruolo di vicesindaco a Michele Zambrotti il quale ha dichiarato che rinuncerà alla carica di consigliere per far entare in giunta l’unico dei non eletti, Michele Giallorenzo, e quello di Assessore ad Antonio Pagliarulo con delega alla cultura, turismo, sviluppo delle imprese, innovazione tecnologica, bilancio e servizi in forma associata sovra-comunali. Ad Antonio Pagliarulo viene anche conferito mandato presso la Comunità Montana Vallo di Diano. A voto palese e all’unanimità è stata scelta Giuseppina Salerno come presidente del consiglio comunale. Verranno affidate in seguito le altre deleghe ai consiglieri Andres Crisci, Angelo Di Benedetto, Pietro Marmo e Piera Aromando.

Sulla questione delle nomine la minoranza ha sollevato una nota polemica rimarcando l’incompatibilità tra le cariche dell’assessore Pagliarulo e del vice sindaco Zambrotti  e le loro posizioni all’interno di un’azienda locale, legata al municipio per alcune forniture. Tuttavia la questione è rientrata subito e il consiglio comunale si è concluso con i saluti scritti del senatore Enrico Boemi a tutto il gruppo.

– Tania Tamburro – 


 – Articoli correlati –


 

 

Commenti chiusi