No ad Halloween, festeggiamo i Santi di cui portiamo il nome”, a lanciare l’appello è don Roberto Piemonte, 36 anni, giovane parroco della piccola cittadina di San Gregorio Magno.

Festeggiare Halloween significa comprendere  la lontananza del cristiano dal divino e dal sacro. Siamo difronte ad una nuova forma di paganesimo spiega il sacerdote – il male, infatti, oggi affonda le sue radici proprio grazie a fenomeni blandi e gioviali come questo, recando grandi danni alla nostra vita spirituale“.

La magia, la stregoneria,  il malocchio, sono l’ennesima manifestazione della ricerca da parte dell’individuo dell’infinito. Purtroppo – commenta don Roberto Piemonte – Tali pratiche sono diffuse sin dall’antichità quando si pensava che Dio elargisse maledizioni e benedizioni. Il consiglio che rivolgo sempre a tutti, è quello di pregare Gesù Cristo, un padre che ama incondizionatamente i suoi figli“.

Festeggiare Halloween è sbagliato” dichiara don Roberto che propone l’alternativa: “Festeggiamo la festa di tutti i Santi di cui portiamo il nome“.

– Mariateresa Conte –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano