Fino a domenica 15 giugno si svolge a San Gregorio Magno la storica festa in onore di San Vito Martire. L’evento che vede la partecipazione di turisti, visitatori e giornalisti provenienti da tutto il mondo, ha origini antichissime. La città di San Gregorio Magno, meglio conosciuta come “il paese delle Grotte di Via Bacco”, apre le sue porte ad un fine settimana ricco di appuntamenti, tra enogastronomia, religioni e tradizioni locali.

Domenica, a partire dalle ore 8, si terrà la storica “Turniata di San Vito Martire”. La Turniata, tipico rito di origine preistorica, a San Gregorio Magno è tramando di generazione in generazione, fino ad arrivare ai giorni nostri. Greggi, mandrie, singoli animali e pastori, gireranno tre volte intorno alla Chiesa di San Vito: “La Turniata è considerata dai pastori e dai contadini, di buon augurio per la prosperità e l’abbondanza”, spiega l’assessore Marco Piegari.

Al termine della manifestazione fortemente voluta dall’amministrazione comunale e dal primo cittadino, Gerardo Malpede, sarà impartita dal parroco Don Roberto Piemonte la benedizione solenne agli animali.

– Mariateresa Conte –


 

Commenti chiusi