A conclusione di una articolata attività di cooperazione internazionale, i Carabinieri della Stazione di Salerno Principale, unitamente ai colleghi della Polizia rumena, hanno rintracciato un 16enne ucraino senza fissa dimora rifugiatosi in Italia insieme alla madre a seguito dello scoppio del conflitto russo-ucraino.

Le ricerche, avviate secondo il Piano provinciale a seguito della denuncia di scomparsa presentata dalla donna, hanno consentito di individuare il minore al confine rumeno, a bordo di un autobus di linea diretto in Ucraina dove il giovane era intenzionato ad unirsi al conflitto contro l’esercito russo.

Fermato dalla Polizia rumena, in sinergia ed in costante contatto con i Carabinieri tramite gli organismi di cooperazione internazionale, è stato affidato ad una struttura di protezione dell’infanzia “Universul Copiilor” e successivamente riconsegnato alla madre con la quale ha fatto ritorno in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.