imageE’ attraccata questa mattina nel porto di Salerno, poco dopo le otto, la fregata “Fasan” della Marina Militare, portando così a termine il quinto sbarco salernitano degli ultimi mesi.

A bordo 1044 migranti, in prevalenza subsahariani, recuperati nel canale di Sicilia nell’ambito dell’operazione “Mare Nostrum“. Tra loro circa cento minorenni e due donne in stato di gravidanza. Il numero esatto dei bambini, quasi tutti senza genitori, sarà reso noto soltanto dopo le verifiche messe in pratica in seguito allo sbarco.

Intanto è stato predisposto un cordone sanitario per prestare i primi soccorsi ai migranti e già sono stati segnalati una decina di casi di scabbia.

Resteranno in Campania solo 143 profughi, di cui 38 nel Salernitano.

Il resto verrà trasferito nei centri di accoglienza in Liguria, Piemonte, Lazio, Toscana, Veneto, Umbria, Friuli, Basilicata e Abruzzo.

La Polizia di Stato, nel frattempo, ha condotto nella caserma Pisacane di Salerno due migranti, probabilmente scafisti, che saranno sottoposti ad accertamenti.

La pioggia sta rallentando le operazioni di sbarco, i migranti vengono fatti scendere in piccoli gruppi e accompagnati tramite navette nell’area magazzino del porto commerciale.

Il prefetto Gerarda Maria Pantalone ha affermato, in seguito all’attracco, che “lo sbarco c’è perchè viene individuato in relazione ad una rotazione con altri porti che sono stati individuati per alleggerire il porto della Sicilia“. Riguardo al sistema di accoglienza, che comprende anche Salerno, il prefetto sostiene che “al momento non ha dato particolari criticità“.

Per ciò che invece concerne i minori presenti “la difficoltà maggiore riguarda quelli non accompagnati, che sono ormai diventati un numero esorbitante rispetto alle potenzialità di accoglimento delle strutture esistenti ” come afferma il prefetto.

– redazione – 


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano