Sono stati arrestati con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina i sei africani bloccati ieri dalla polizia nel corso dello sbarco degli oltre 1400 immigrati, giunti nel porto di Salerno a bordo della nave “San Giusto” della Marina Militare. Si tratta di un eritreo, di un sudanese e di quattro tunisini, di età compresa tra i 24 ed i 43 anni. I sei scafisti sono stati riconosciuti da diversi immigrati.

Nel corso della conferenza stampa tenuta questa mattina, il Questore Anzalone ed il Prefetto Pantalone hanno spiegato i dettagli dell’operazione. Due di loro erano gli scafisti del barcone capovolto con 180 persone a bordo nell’ultima tragedia del mare quando dalla Libia partirono 6 mezzi diretti verso le nostre coste.

Tra gli immigrati sbarcati ieri a Salerno ci sono anche alcune decine di famiglie palestinesi fuggite dal conflitto con Israele. La maggior parte dei profughi è di nazionalità siriana, eritrea e somala ma ci sono anche nuclei familiari del Ghana, del Gambia e della Nigeria. Tra le persone sbarcate figurano anche una ventina tra tunisini e marocchini che dopo le operazioni di identificazione saranno espulsi dal territorio nazionale e rimpatriati. Al momento risultano numerosi gli adolescenti non accompagnati, mentre tutti i bambini fanno parte di nuclei familiari.

Già numerosi pullman sono partiti per le destinazioni stabilite dal ministero dell’Interno, come Friuli Venezia Giulia, Toscana e Veneto.

– redazione –


  •  Articolo correlato

05/08/2014 – Porto di Salerno: Arrivata la nave con oltre 1400 migranti. Fermati 6 presunti scafisti


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*