È stata un’udienza a porte chiuse quella andata in scena stamani a Salerno nell’ambito del processo che vede coinvolta la showgirl Sara Tommasi, vittima di presunte violenze sessuali subite durante le riprese del film “Confessioni private”, girato in un agriturismo di Buccino. Stando a quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, la Tommasi ha accettato di testimoniare, raccontando cose è successo durante le riprese. La showgirl ha ripercorso quei giorni, ma il racconto non è sembrato sempre chiaro o preciso, evidenziando la possibilità che la ragazza sia alquanto confusa psicologicamente.

“Nel corso della deposizione – riporta il Corriere del Mezzogiorno – la Tommasi ha anche detto che sarebbe stata almeno dieci volte ad Arcore, la dimora di Silvio Berlusconi, ma in quelle occasioni non ha mai fatto sesso. Lo staff dei legali di Sara Tommasi, guidato dall’avvocato Saverio Campana, ha depositato una perizia medica che certificherebbe lo stato confusionale dell’attrice. Consegnato anche un video, girato prima del film porno di Buccino, nel quale sarebbe evidenziata la difficoltà psicologica della showgirl. Ma il collegio difensivo del regista, del manager e degli attori incriminati ha presentato alcune foto, scattate a Cannes in un locale per soli uomini, che invece attesterebbero le piene facoltà mentali della Tommasi”.

– redazione –


 

Commenti chiusi