L’Asl Salerno ha predisposto un nuovo modello che riorganizza, perfeziona ed implementa tutte le attività di cure domiciliari svolte fino ad oggi sul proprio territorio.

Tale sistema permetterà di incrementare le prestazioni domiciliari per i cittadini non autosufficienti e di realizzare una più efficace integrazione con i Servizi sociali dei Comuni e con le prestazioni erogate dai Piani di zona. Attraverso fondi regionali vincolati per la non autosufficienza, l’ASL Salerno, per incrementare le prestazioni domiciliari, ha stanziato circa 14 milioni di euro per nuovi investimenti durante il prossimo triennio, con un’operatività immediata a partire dal primo dicembre 2014. Per effetto di tali prestazioni l’ASL Salerno sarà in condizione di garantire circa 150.000 accessi in più degli operatori presso il domicilio degli utenti, portando in un anno il numero degli assistiti dalle cure domiciliari dagli attuali 6.500 a quasi 10.000.

Il nuovo modello organizzativo sarà presentato nella conferenza stampa convocata dal manager dell’ Asl Salerno Antonio Squillante, per venerdì 14 novembre, alle ore 10.00, presso la sala convegni dell’Hospice “La Casa di Lara” del Distretto Sanitario, in via Salvatore Calenda a Salerno. Alla presentazione sono stati invitati i 158 sindaci e i dirigenti dei Piani di zona di tutta la Provincia di Salerno.

Nel corso dell’ incontro verranno illustrate le nuove modalità e i criteri di accesso alle cure domiciliari, alle prestazioni e alla procedura informatica per la richiesta di prestazioni.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*