Un gesto disperato quello che ieri sera stava per compiere una giovane mamma di Capaccio Paestum, senza lavoro e con due figli da sostenere.

La 30enne, in località Ponte Barizzo tra i territori di Eboli e Capaccio, è salita sul nastro trasportatore per sabbia di una gru all’interno di un impianto per la frantumazione e ha minacciato di gettarsi di sotto.

Sul posto è stato repentino l’arrivo dei Carabinieri della Stazione di Capaccio Scalo, coordinati dalla Compagnia di Agropoli diretta dal Capitano Fabiola Garello. Presenti anche i militari della Compagnia di Eboli diretti dal Capitano Emanuele Tanzilli. Sul posto è stato necessario anche l’arrivo dei Vigili del Fuoco del Distaccamento di Eboli e dei sanitari del 118.

Solo grazie al sangue freddo dei militari dell’Arma e dopo diversi minuti di esortazione a non compiere l’estremo gesto la donna ha desistito ed è stata tratta in salvo.

In seguito è stata condotta all’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania per i dovuti accertamenti.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano