Un omaggio per i randagi senza nome a cui spesso viene tolta la vita con crudeltà. E’ questo il concetto alla base della donazione fatta al territorio di Sala Consilina dalle due socie dell’OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) Enrica Ferricelli e Maria Antonietta Di Gregorio.

Si tratta di una installazione in ferro realizzata dal maestro Paolo Rubino pregna di significato, che rappresenta una donna che stringe la zampa ad un cane e che è stata posizionata in località San Raffaele.

A breve vi sarà apposta una targa pensata da Enrica e Maria Antonietta su cui è incisa una frase connotata da particolare sensibilità per la tematica:”Quando un essere umano accoglie e protegge un animale, un raggio di luce guiderà la sua vita per sempre“.

L’opera, come spiegano le due volontarie, “è dedicata a tutti i randagi che non hanno mai avuto un nome, una carezza, il calore della famiglia, i randagi abbandonati, seviziati, torturati e uccisi per mano dell’uomo! Noi come volontari di OIPA Salerno e Provincia vogliamo che il nostro sia un territorio sano, dove tutti possano vivere serenamente, animali ed umani. Condanniamo fermamente ogni tipo di violenza sugli animali! Grazie al volontario Giuseppe Ferricelli per averci aiutato a posizionarla“.

Chiunque volesse vedere da vicino l’installazione dedicata ai randagi può recarsi in località San Raffaele a San Consilina.

– Chiara Di Miele –

3 Commenti

  1. Michele Falabella says:

    ottima e sensibile iniziativa a salvaguardia dei cani randagi abbanonati con crudeltà.Complimenti

  2. Luigi Maria says:

    Grazie per tutto quello che fate!

  3. Giuseppe Ferricelli says:

    Questo è un segnale di crescita del nostro territorio
    GRAZIE !!!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*