Si è svolto ieri mattina, presso l’Istituto Tecnico Industriale “G. Gatta” di Sala Consilina, il primo dei tre incontri organizzati dalla Protezione Civile Vallo di Diano e dall’associazione F.A.T.A. Protezione Civile Onlus , nell’ambito dell’azione coordinata dal CSV Sodalis Salerno dal titolo “Volontariato e Giovani“, con l’obiettivo di avvicinare i giovani al volontariato e, nel caso di specie, a quello messo in atto dalla Protezione Civile.

Un’azione in tre fasi quella programmata dagli organizzatori e rivolta agli studenti frequentanti la quarta classe dell’ITIS e dell’IPSIA di Sala Consilina che, già all’incontro di ieri, hanno risposto in maniera positiva facendo registrare una buona affluenza e un vivace interesse per le tematiche presentate dai relatori.

Il presidente dell’associazione F.A.T.A. Protezione Civile Onlus, Marianna Iannone, ha presentato ai ragazzi il mondo del volontariato di Protezione Civile in tutte le sue sfaccettature, fatto di tutela, di difesa, di impegno per il proprio territorio e per la salvaguardia di chi lo abita.

E’ toccato invece a Giuseppe Pisano, responsabile della Protezione Civile Vallo di Diano, spiegare il percorso che un volontario attraversa e tutte le specialità che, di volta in volta, acquisisce prendendo parte agli interventi ai quali è chiamato.

La seconda lezione si terrà nel mese di dicembre, durante la prossima assemblea d’istituto delle due scuole superiori interessate, mentre il terzo e ultimo incontro è programmato per l’inizio del 2015 e consterà di una prova pratica in cui si usufruirà dei materiali e dei mezzi di intervento utilizzati solitamente dalla Protezione Civile.

Quello che ci fa piacere sottolineare – ha detto soddisfatto Giuseppe Pisano – è la risposta positiva che abbiamo avuto dall’ITIS e dall’IPSIA, che subito si sono messi a disposizione in seguito alla nostra proposta, dimostrando di essere sempre molto aperti a questo tipo di incentivi da dare ai ragazzi“.

– Chiara Di Miele – 


 

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*