Mariano Santarsiere è tornato in libertà. L’ex segretario provinciale della Fisascat Cisl era finito agli arresti domiciliari nel mese di gennaio con l’accusa di avere organizzato insieme ai complici una truffa sulla cassa integrazione costata allo Stato centinaia di migliaia di euro. Gli avvocati di Santarsiere avevano presentato ricorso alla Corte di Cassazione contro il provvedimento del Tribunale del Riesame che aveva confermato la misura cautelare nei suoi confronti. Nei giorni scorsi la Cassazione ha accolto il ricorso e annullato il provvedimento. Il Tribunale della libertà dovrà pronunciarsi di nuovo, tenendo conto dei rilievi della Cassazione, ma nel frattempo Santarsiere ha già riacquistato la libertà ed è potuto uscire dall’abitazione di Sala Consilina dove ha trascorso gli ultimi cinque mesi. La Suprema Corte ha tenuto conto dei motivi d’impugnazione.

Gli avvocati Giovanni Falci e Francesco Di Paola hanno contestato la sussistenza di esigenze cautelari in quanto il loro assistito subito dopo l’arresto si era dimesso dall’incarico ed era stato sospeso dal sindacato.

– Erminio Cioffi –


  • Articoli correlati

12/02/2014 –Presunta truffa all’INPS: Mariano Santarsiere resta ai domiciliari. Ieri la decisione del Riesame

10/02/2014 – Sala Consilina: Presunta truffa all’INPS, oggi udienza al Riesame. Richiesta revoca dei domiciliari per Santarsiere

01/02/2014 – Sala Consilina: Presunta truffa all’INPS, Santarsiere resta ai domiciliari

21/01/2014 – Sala Consilina: Truffa all’INPS, ieri l’interrogatorio di garanzia. Santarsiere sceglie il silenzio

20/01/2014 – Sala Consilina: Truffa all’INPS, oggi l’interrogatorio di garanzia del sindacalista arrestato giovedì

18/01/2014 – Truffa all’INPS: Tra gli indagati anche un professionista di Sant’Arsenio ed un imprenditore di San Rufo

17/01/2014 – Truffa ai danni dell’INPS. Arrestato sindacalista di Sala Consilina


Commenti chiusi