L’amministrazione comunale di Sala Consilina, guidata dal sindaco Francesco Cavallone, con una delibera di giunta ha disposto la rinuncia al 50 per cento delle indennità di carica previste per il sindaco, il vicesindaco, gli assessori ed il presidente del consiglio comunale.

“La particolare situazione economico-finanziaria che sta attraversando il  Paese e di conseguenza l’Ente, – si legge nel testo della delibera di Giunta –  che sta richiedendo sacrifici economici alla cittadinanza, ragione per la quale si ritiene di dover contribuire al risanamento finanziario rinunciando al 50% delle indennità di carica per l’anno 2014″.

Per legge le indennità previste per gli amministratori sono le seguenti: € 2.759,30 per il sindaco;  € 1.517,62 per il vicesindaco; Assessore € 1.241,69 e Presidente del Consiglio € 275,93. Alla luce della delibera di riduzione delle stesse gli importi lordi che percepiranno gli amministratori sono i seguenti: Sindaco € 1.379,65; vicesindaco € 758,81; Presidente del Consiglio Comunale € 137,97; Assessori € 620,85. Nel caso della giunta comunale salese una ulteriore riduzione del 50 per cento è prevista, in quanto dipendenti pubblici, per gli assessori Vincenzo Garofalo e Domenica Ferrari che quindi percepiranno una indennità lorda pari a Euro 310,42.

Complessivamente le casse comunali dovrebbero sborsare nell’arco di 7 mesi (giugno – dicembre 2014) per le indennità una cifra pari a 57.945 Euro, che grazie alla riduzione del 50 % scende a 28.972 Euro con un risparmio quindi di circa 29mila Euro.

“La scelta di rinunciare alla metà delle indennità – ha sottolineato il sindaco Francesco Cavallone – è stata presa di comune accordo con tutti i componenti della squadra di governo perchè vista la situazione economica che stiamo attraversando e la richiesta di sacrifici ai cittadini, riteniamo sia giusto e doveroso che anche noi contribuiamo in prima persona rinunciando alla metà delle indennità di carica”.

– Erminio Cioffi –


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*