Il teatro comunale “Cappuccini” potrebbe trasformarsi da “brutto anatroccolo” in un bellissimo cigno grazie alla possibilità concreta di poter attingere ai fondi POR FESR 2007 – 2013 in base a quanto previsto da un Decreto Dirigenziale della Regione Campania dello scorso mese di dicembre sull’accelerazione della spesa della Regione. In parole povere, c’è un corposa fetta di finanziamenti messi a disposizione dall’Unione Europea, per il tramite di Palazzo Santa Lucia, destinati a progetti che abbiano immediata attuazione. Il teatro Cappuccini ha tutte le caratteristiche richieste per essere ammesso al finanziamento e poter così essere ultimato.

Attualmente è stata realizzata buona parte della struttura grazie ad un primo finanziamento sempre attinto dai fondi europei. Da circa tre anni, però, è tutto fermo; mancano, ora, 2milioni e 200mila Euro per completare la parte interna con le rifiniture, gli arredi e gli impianti tecnologici. Questi soldi, dopo anni di attesa e di continue richieste fatte dall’amministrazione salese, ma senza avere alcuna risposta positiva, finalmente dovrebbero arrivare dalla Regione Campania.

Il finanziamento iniziale che ha permesso di dare inizio ai lavori e completarli per un buon ottanta per cento è arrivato quando alla guida della Regione c’era il centrosinistra con la presidenza di Antonio Bassolino. Con il passare degli anni è diventato sempre più concreto il rischio che tutto il lavoro svolto sino ad ora vada in fumo. Infatti, la struttura realizzata fino ad ora è esposta alle intemperie non solo esternamente ma anche internamente essendo, in alcuni punti, il tetto dell’edificio scoperto e lateralmente gli spazi per le porte di ingresso e le finestre sono completamente aperti. Se non saranno effettuati gli interventi di completamento della struttura, con il passare del tempo si rende sempre più probabile l’ipotesi che si debba intervenire per degli adeguamenti strutturali per i danni causati dallo stato di incuria e di abbandono in cui attualmente il futuro teatro versa. Della vicenda se ne è occupata anche “Striscia la notizia” che, qualche settimana fa, ha mandato in onda un servizio girato all’interno del cantiere dall’inviato Vittorio Brumotti.

– Erminio Cioffi –


Commenti chiusi