Volano gli stracci tra il Comitato “Pro Tribunale” e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gaetano Ferrari. I componenti del sodalizio hanno distribuito, nella giornata di oggi, dei volantini con una lettera aperta indirizzata al primo cittadino ed ai componenti della giunta (Mimmo Cartolano, Francesco Cavallone, Michele Santoriello, Vincenzo Garofalo, Nicola Spolzino, Nicola Granata e Giuseppe Ferricelli).

Nel documento, l’amministrazione salese viene accusata di aver approvato una delibera di giunta lo scorso 16 gennaio con la quale “il sindaco e la giunta – si legge nella lettera aperta – destinano i locali del Tribunale a sede del Distretto Sanitario, considerandolo, ormai, definitivamente chiuso”. I rappresentati del Comitato accusano Ferrari e la sua giunta di aver avuto sulla vicenda del tribunale “comportamenti che sono sicuramente ambigui e assurdi”.

A ciò si aggiunge anche un attacco diretto al primo cittadino “reo”, secondo gli autori della lettera aperta “di aver partecipato – scrivono – insieme con il sindaco di Lagonegro ad un convengo a Sicignano dove la riapertura della tratta ferroviaria Sicignano – Lagonegro, veniva “barattata” con la scontata chiusura del Tribunale di Sala Consilina. In tale sede, l’arrogante e presuntuosa posizione del sindaco Mitidieri non veniva contestata adeguatamente da parte del nostro primo cittadino”. La lettera aperta si conclude con la richiesta al sindaco e alla sua giunta, da parte del Comitato, di provvedere alla revoca della delibera.

– Erminio Cioffi –


 

Commenti chiusi