sala consilina comune - EVIDENZA -Il Codacons Vallo di Diano chiede chiarimenti sulle motivazioni che hanno indotto l’amministrazione comunale di Sala Consilina a tagliare due abeti che si trovavano nel piazzale antistante l’ingresso del Municipio in via Mezzacapo.

Attraverso un comunicato stampa l’associazione dei consumatori valdianese ha fatto sapere di aver protocollato questa mattina la richiesta di “visione e copia – si legge nel comunicato a firma di Roberto De Luca degli atti relativi a questo intervento notturno, per cercare di capire se e come questi alberi costituissero un pericolo per l’incolumità pubblica”.

Il Codacons suggerisce all’amministrazione anche un “rimedio” al taglio dei due alberi: “Adesso si spera soltanto  – scrive De Luca – che altri alberi, in numero congruo, possano presto essere piantati per sostituire l’effetto benefico dei due maestosi abeti. Inoltre, qualora si volessero piantare alberi di frutta, così come dichiarato alla stampa dal vice-sindaco, si sconsigliano impianti di banani per ovvie ragioni climatiche”.  

– Erminio Cioffi –


 

2 Commenti

  1. Troppa grazia Sant Antonio. …..
    Ma cosa va a pretendere? Monumentale. ….non monumentale? …
    Ma ci sono problemi più importanti da risolvere. …ad esempio come perdere la ferrovia…i tribunale. .come fare adesso a perdere il carcere…
    Eheee…..

  2. Dopo i reiterati proclami ambientalisti diTUTTI i SINDACI del Vallo di Diano,si vorrebbe sapere quanti di loro hanno COMPLETATO ENTRO lo scorso 31 LUGLIO il CENSIMENTO degli ALBERI MONUMENTALI previsto da un Decreto del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali dello scorso Novembre.Come fa unComune ad abbattere degli alberi di sua proprietà se NON è stato fatto il CENSIMENTO che individua quali sono quelli MONUMENTALI,da tutelare e quali, invece, NON sono MONUMENTALI e si possono abbattere?

Rispondi a angelo Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*