Il gruppo di opposizione consiliare al Comune di Sala Consilina “Positivo Si Cambia” ha fatto affiggere un manifesto pubblico in cui si chiede al sindaco Francesco Cavallone di essere “il Sindaco di tutti“, facendo “chiarezza nelle scelte delle imprese e dei professionisti per gli incarichi riguardo le esigenze dell’ amministrazione comunale, – scrivono dal Gruppo Positivo, in un comunicato a firma dei consiglieri Erminia Pinto e Antonio Santarsiere – indicando anche il metodo di scelta che avremmo adottato noi nel caso avessimo avuto l’onore e l’onere di governare il paese (rotazione trasparente), onde evitare interpretazioni distorte delle decisioni a riguardo“.

Un sistema che consenta di affidare incarichi a professionisti e imprese – si legge nel manifesto – secondo criteri prestabiliti sarebbe la traduzione nei fatti delle parole ‘sarò il Sindaco di tutti‘”.

Il dubbio che l’amico – continua il Gruppo Positivo – l’esponente della famiglia grande, utile per le elezioni, abbiano un rapporto privilegiato con l’amministrazione è forte. Assegnare un incarico a professionisti e imprese collegate familiarmente consente di distribuire e assegnare a pochi risorse importanti e costruire uno strato di consenso solido ed inattaccabile, alimentato con i soldi della collettività“.

Il Gruppo Positivo Si Cambia auspica “un criterio che indichi quali siano i professionisti che possono lavorare con l’amministrazione e la turnazione tra questi” che garantirebbe “che più professionisti e imprese lavorino con i soldi pubblici, eliminando la logica discrezionale che equivale sempre più ad un ‘Ho vinto io e faccio quello che voglio io’“.

Positivo non condivide questo modo di fare – si legge ancora nel manifesto – nel nostro programma avevamo proposto un elenco pubblico di imprese e professionisti idonei a lavorare con l’amministrazione, con una turnazione trasparente e consultabile“.

Qualora si fosse scettici – conclude il gruppo di opposizione – sul sito web del Comune di Sala Consilina, con un po’ di pazienza e curiosità è possibile consultare la documentazione che comprova questo reiterato comportamento da parte dell’attuale amministrazione“.

– Chiara Di Miele – 


  • Leggi anche:

05/09/2016 – Sala Consilina: il sindaco replica alle accuse sull’affidamento degli incarichi


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.